MidnightBSD 0.8 si avvicina al rilascio

Si avvicina sempre più il  rilasco della nuova versione di questo sistema operativo, che si prefigge l’obiettivo di facilitare l’uso dei sistemi *BSD. La nuova versione è MidnightBSD 0.8, e avevo accennato cos’è questa distribuzione di FreeBSD in questo articoloMidnightBSD 0.8 porta con se nuove caratteristiche e migliorie che rinnovano completamente il sistema operativo e lo guidano sempre di più, passo dopo passo verso la versione 1.0. Tengo molto in considerazione questo sistema operativo per svariati motivi, il principale motivo è la sua base FreeBSD, un noto sistema operativo Unix-like della famiglia BSD, molto usato in ambiente server, ma talmente flessibile da funzionare perfettamente anche su Raspberry PI, grazie ad un’attenta configurazione di FreeBSD che ha fatto nascere la dedicata distribuzione RaspBSD. Ci tengo a ricordare fortemente che FreeBSD non è Linux. Per maggiori informazioni su FreeBSD leggi questo articolo.

MidnightBSD 0.8 si prefigge l’obbiettivo di essere sempre più user friendly, moderno e mirato ai sistemi Desktop PC. Un’altra nota interessante di MidnightBSD 0.8 è l’obiettivo di usare un ambiente grafico (Desktop Environment, cioè la Scrivania) costruita su GNUstep, la reimplementazione open source e free software del noto framework di sviluppo di Apple, cioè Cocoa. Attualmente sono presenti nei repo anche altri ambienti grafici come GNOME 3 e le relative librerie di sviluppo GTK 3, a dimostrazione che lo sviluppo di MidnightBSD 0.8 continua senza sosta.

Vediamo quali saranno le novità che sono state inserite fino a questo momento in MidnightBSD 0.8 CURRENT, e che saranno sicuramente presenti in MidnightBSD 0.8 RELEASE e in caso di nuove features l’articolo verrà aggiornato progressivamente fino al rilascio finale di MidnightBSD 0.8. Seguiamo attentamente questo sistema operativo che sta iniziando a ritagliarsi la sua fetta grazie soprattutto all’impegno che l’autore ci mette per creare qualcosa di diverso e unico e non semplicemente una distribuzione derivata da FreeBSD identica ad esso ma con il nome diverso.

MidnightBSD 0.8 passa al compilatore llvm+clang

Proprio così, anche MinightBSD 0.8 è passato al compilatore llvm, noto per essere stato adottato da Apple, per lo sviluppo di Mac OS X e delle relative applicazioni; successivamente è stato anche adottato da FreeBSD. I vantaggi di questoo compilatore sono molti, tra cui la sua architettura modulare che consente di implementare le interfacce per diversi linguaggi in modo più semplice rispetto al concorrente GCC. Inoltre grazie alla sua modularità, la manutenzione del codice del compilatore stesso è semplificata. Apple ha anche dimostrato che in molti casi llvm è più veloce nel compilare il codice sorgente rispetto a GCC, o quanto meno alla versione del GCC che usavano loro.

LLVM ha il completo supporto al linguaggio Objective-C 2, di fondamentale importanza per questo sistema operativo, visto l’obiettivo di creare un ambiente grafico usando GNUstep e quindi il linguaggio Objective-C. Inoltre la licenza di LLVM è di tipo BSD, proprio come la licenza di FreeBSD e di conseguenza anche di MidnighBSD. Questo consente di mantenere la filosofia BSD pura che contraddistingue i sistemi operativi della famiglia BSD.

MidnightBSD 0.8 e il package manager grafico

Nei repo di MidnightBSD 0.8 CURRENT, è finalmente presente il package manager grafico, basato su libmport. libmport non è altro che la libreria su cui è stato costruito mport, il package manager a linea di comando sviluppato appositamente per MidnightBSD, per facilitare l’installazione di applicazioni e librerie.

Un’interfaccia grafica per questo tool ne faciliterà ancora di più il suo utilizzo, rendendo l’operazione di installazione, rimozione e aggiornamento pacchetti ancora più facile, ma soprattutto moderno. Infatti è molto simile ad interfacce grafiche per la gestione dei pacchetti presenti nelle moderne distribuzioni Linux, come ad esempio Synaptic, il gestore grafico dei pacchetti di Ubuntu, o Yast di OpenSuse Linux. Ecco un’immagine per rendere l’idea dell’attuale stato del package manager grafico di MidnightBSD 0.8.

midnightbsd 0.8

MidnightBSD 0.8 passa a SliM

MidnightBSD 0.8 userà come login manager, un fork del noto SLiM. Il fork è stato effettuato direttamente da Lucas Holt su Github, lo sviluppatore principale di MidnightBSD, per includere le patch BSD e migliorare l’integrazione e l’esperienza d’uso di questo login manager sui sistemi della famiglia BSD. SLiM è un login manager molto leggero, efficiente ed elegante e funziona anche su sistemi Linux. Le patch sono state incluse nel ramo principale di sviluppo di SLiM. Grazie al passaggio a SLiM è possibile evitare l’uso di GDM, il noto login manager di GNOME, noto anche per la sua estrema pesantezza. Nell’immagine sottostante è possibile osservare la semplicità e l’eleganza di SLiM.

midnightbsd 0.8

MidnightBSD 0.8 data di rilascio

La data di rilascio di MidnightBSD 0.8 non è ancora stata decisa. Lo sviluppo continua e sicuramente saranno aggiunte nuove funzionalità e nuovi pacchetti, migliorerà il package manager e il sistema in generale.Sono anche aggiornati i pacchetti all’ultima versione di GNUstep, ma di GNUstep parlerò in un altro articolo a tempo debito.
Per ora seguiamo l’evolversi dello sviluppo di questa versione e in caso fosse necessario, l’articolo verrà aggiornato di conseguenza.

Nel frattempo voglio segnalare agli utilizzatori di MidnightBSD 0.7, il rilascio di MidnightBSD 0.7.5 avvenuto due giorni fa, che porta con se fix e miglioramenti sulla sicurezza relativi a OpenSSL con la possibilità di scaricare un’immagine virtuale con il sistema preinstallato e dotato di ambiente grafico XFCE, Midori come web browser e SLiM di cui abbiamo parlato precedentemente. L’immagine è scaricabile da questo link ufficiale.

Se avete voglia provate questo sistema, inoltre è possibile comunicare qualsiasi cosa agli sviluppatori tramite gli svariati canali di comunicazioni presenti a questa pagina o tramite la pagina ufficiale su Google+ a questo link.
Inoltre è anche possibile seguirne le vicende sul profilo Twitter ufficiale a questa pagina.

Commenta: