Ubuntu Studio 16.04 Xenial Xerus

Con l’arrivo imminente della nuova release di Ubuntu 16.04 di cui abbiamo abbondantemente parlato in questo articolo e precedentemente anche in questo articolo, oggi parleremo di una variante di questa distribuzione Linux, Ubuntu Studio 16.04, una dei tanti spin-off di Ubuntu e fra le più interessanti perché rivolta ad un pubblico di un certo tipo.

Ubuntu Studio 16.04 è infatti una variante di Ubuntu che ha come obiettivo quello di fornire tutti gli strumenti necessari per poter esprimere al meglio la propria creatività; Ubuntu Studio 16.04 è quindi rivolta a quelle persone dette creative.

Ubuntu Studio 16.04 infatti cerca di offrire strumenti ad artisti di vario genere, dai grafici ai musicisti, dai fotografi agli specialisti per la creazione di semplici filmati fino alla produzione di film veri e propri con effetti di post-produzione, il tutto cercando di offrire strumenti gratuiti, free e open source che si migliorano costantemente di anno in anno, offrendo anche produzione e modifica di audio al disegno vero e proprio fino  alla moderazione 3D compresa di animazioni. Vediamo quindi quali saranno le novità in Ubuntu Studio 16.04 e quali strumenti offre.

ubuntu studio 16.04

Ubuntu Studio 16.04

Con questa versione di Ubuntu Studio 16.04 vengono aggiornati alcune parti base del sistema; viene infatti adottato il Whisker Menu in XFCE e si passa ad un nuovo font, Noto, che va a sostituire il vecchio font Droid.

Si è passati al framework multimediale ffmpeg, che va a sostituire il datato libav, inoltre numerose applicazioni hanno ricevuto corposi aggiornamenti coperto Ardour, anche se per qualche strano motivo si chiama ardour3, è a tutti gli effetti Ardour 4. Come dicevamo è stato adottato il Whisker Menu, e di conseguenza esso a subito una notevole riorganizzazione, precisamente in 3 fondamentali categorie: Audio, Video e Grafica. Ecco un’immagine dello stato attuale.

Ci tengo a sottolineare che non è possibile aggiornare ad Ubuntu Studio 16.04 se sul vostro PC è installata Ubuntu 14.04 (anche in versione LTS). In ogni caso Ubuntu Studio 16.04 è fornita sia per architetture a 32bit che per architetture a 64bit.

Ubuntu Studio 16.04: Audio

Uno dei tanti strumenti forniti è Jack. Questo software è un server a bassa latenza progettato per un uso professionale adatto ad utenti esperti, per quelli meno esperti con un po di pazienza di impara ad usare senza problemi.

Jack è in grado di connettere fra di loro tutte le applicazioni che sono in gradi di interfacciarsi a Jack stesso (Jack capable Applications). Un noto programma per controllare Jack graficamente è Qjackctl.

Un altro noto programma per l’audio è Ardour. Quest’applicazione è una Digital Audio Workstation (DAW), che offre la possibilità di mixare, registrare e padroneggiare al meglio le proprie tracce audio.

Alcune delle funzionalità più importanti di Ardour sono:

  • Tracce audio e bus illimitati
  • Modifica non-distruttiva e non-lineare delle tracce con undo illimitati
  • Anything-to-anywhere signal routing (feature avanzata)
  • Plugins illimitati per il pre e post-fader
  • Audio path a 32 bit in virgola mobile
  • Compensazione automatica del ritardo nelle tracce
  • Automazioni semplici ed accurate
  • Supporto a tutti i formati standard
  • Più di 200 plugin disponibili di tipo LADSPA & LV2
  • Integrazione totale con tutte le Applicazioni Jack
  • E altre ancora…

Ubuntu Studio 16.04: Sintetizzatori

Non potevano ovviamente mancare i Sintetizzatori, i Sequencer e gli amplificatori di chitarra virtuali. Alcuni dei più importanti sono:

  • Audacity – Per editare le tracce audio
  • Qtractor – un DAW midi
  • Hydrogen – Software per emulare la batteria, ma anche Sequencer
  • Yoshimi – Sintetizzatore software

ubuntu studio 16.04

Rakarrack viene fornito come software preinstallato, ma esiste anche Guitarix, entrambi sono noti software per la simulazione di amplificatori.

ubuntu studio 16.04

Ubuntu Studio 16.04: grafica

Come dicevamo Ubuntu Studio 16.04 offre moltissimi strumenti anche per la grafica dai più semplici ai più complessi, ne citiamo solo alcuni perché la lista è davvero lunga.

  • Blender – Per le moderazione e le animazioni 3D. Clicca qui per maggiori informazioni (Pagina ufficiale)
  • Inkscape – Software per la produzione di grafica vettoriale. Maggiori informazioni.
  • GIMP – Noto software simile a PhotoShop in ambiente GNU/Linux
  • MyPaint – È un software progettato per funzionare con le tablet grafiche, fornite appunto di un tablet e un pennino con cui disegnare. Le vostre creazioni appariranno a schermo in tempo reale.

Ubuntu Studio 16.04: Video

Vediamo quali sono gli editor video per Ubuntu Studio 16.04:

  1. Openshot – Semplice software per il video editing
  2. DVDStyler – Creazioni di DVD professionale. Pagina ufficiale per maggiori informazioni.

Anche qui la lista è lunga e cito solo i più importanti.

Ubuntu Studio 16.04: Fotografia

Vediamo due fra i più importanti tool per l’editing fotografico, presenti in Ubuntu Studio 16.04

  • Darktable – Noto e potente software organizzato in workflow e sviluppatore RAW. È in gradi di gestire al meglio i vostri negativi memorizzandoli in un database. Pagina ufficiale per maggiori dettagli
  • Shotwell – Ottimo software per organizzare la propria libreria fotografica

Detto ciò, abbiamo concluso di parlare di Ubuntu Studio 16.04. Non rimane che attendere l’uscita per provarla immediatamente appena disponibile.

Potrebbero interessarti anche:

Spostare il Launcher di Ubuntu in basso

Ubuntu 16.10 novità, nome, caratteristiche e data rilascio

Commenta: